Avena come rimedio

Farina d'avena, farina d'avena, farina d'avena, crusca d'avena - le possibilità di utilizzare l'avena per cereali (Avena) per la nutrizione umana sono molteplici. Nel Medioevo la gente dall'avena produceva birra. Oggi, questo tipo di grano è utilizzato principalmente come mangime per animali, in particolare per i cavalli gusto dell'avena. Non c'è da stupirsi, perché rispetto ad altri cereali come segale, frumento o orzo, l'avena è particolarmente nutriente.

Avena: ricca di vitamine, minerali e aminoacidi

Gli avena sono considerati i cereali più importanti dal punto di vista nutrizionale, principalmente a causa dell'alto contenuto proteico di quasi il 12%. Inoltre, le proteine ​​nell'avena consistono principalmente di amminoacidi essenziali. Gli amminoacidi essenziali sono costituenti di proteine ​​che il corpo non può costruire da solo. Questi amminoacidi essenziali includono, tra gli altri, isoleucina, leucina, lisina, metionina, fenilalanina e valina. Oltre ai dodici grammi di proteine, 100 grammi di avena contengono anche:

  • 13 grammi di acqua
  • 7, 1 grammi di grasso
  • 59, 2 grammi di carboidrati
  • 6, 2 grammi di fibra
  • 2, 9 grammi di minerali.

I minerali contenuti nell'avena includono potassio, magnesio, ferro, calcio, zinco e fosforo. Il grano ha anche importanti vitamine, in particolare le vitamine del gruppo B e della vitamina E. Dal momento che l'avena ha molte calorie - 100 grammi portarlo a circa 337 calorie (kcal) - i prodotti di avena sono particolarmente apprezzati dagli atleti: offrono molto Energia, ma difficilmente carica lo stomaco.

L'effetto curativo dell'avena

Soprattutto nella naturopatia si dice che l'avena dei cereali abbia un effetto curativo, ma anche un effetto positivo su certe malattie è stato scientificamente provato. Nella medicina naturale, l'avena verde, che viene raccolta poco prima della fioritura, viene utilizzata: come un tè, l'avena verde libera il corpo dei prodotti metabolici e come additivo per il bagno, aiuta con le imperfezioni della pelle e assicura una pelle morbida ed elastica. Allo stesso modo, un tale bagno dovrebbe alleviare i reumatismi e dolori muscolari.

A causa di molte fibre alimentari, i cereali sono utilizzati in medicina naturale come rimedio per i disturbi gastrointestinali. Le fibre indigeribili formano uno strato protettivo sullo stomaco e sulla mucosa intestinale e mantengono quindi il succo gastrico acido lontano dalla mucosa. Inoltre, due porzioni di farina d'avena al giorno dovrebbero contribuire ad abbassare il livello di colesterolo LDL (colesterolo lipoproteico a bassa densità) nel corpo. Nella medicina tradizionale cinese, l'avena viene anche utilizzata per regolare i livelli di zucchero nel sangue.

Avena: glutine presente solo in piccole quantità

In confronto ad altri cereali, solo una piccola quantità di glutine è presente nell'avena. Il glutine è una miscela di proteine, che assicura che il pane possa alzarsi durante la cottura e mantenga la sua forma anche dopo la cottura. L'ipersensibilità al glutine di glutine può portare ad un'infiammazione cronica della mucosa dell'intestino tenue. Questo è chiamato intolleranza al glutine o celiachia. I sintomi della celiachia comprendono perdita di peso, vomito, diarrea e affaticamento.

Sebbene l'avena contenga solo una piccola quantità di glutine, il problema è che l'avena è spesso contaminata da altri cereali che hanno un alto contenuto di glutine. Pertanto l'avena non dovrebbe essere consumata meglio in caso di intolleranza al glutine. L'avena non contaminata è ora disponibile anche sul mercato, ma è necessaria anche cautela: le risposte individuali all'avena non contaminata sono difficili da stimare. Come regola generale, le persone con intolleranza al glutine dovrebbero consumare un massimo di 50 g di avena non contaminata al giorno e solo sotto controllo medico.

Vale la pena conoscere l'avena

L'avena del grano appartiene, oltre a numerose altre colture, al genere vegetale di erbe dolci. Tuttavia, l'avena si differenzia da altri cereali in quanto non producono pannocchie ma punte. Il periodo di fioritura dell'avena è tra giugno e agosto, il grano viene raccolto da circa metà agosto. L'avena preferisce precipitazioni elevate e un clima temperato, ma garantisce anche rese più stabili in condizioni climatiche sfavorevoli rispetto, ad esempio, all'orzo primaverile.

Presumibilmente, l'avena era già cresciuta durante l'età del bronzo, in seguito il grano era particolarmente popolare tra i teutoni. Non è stato fino al 17 ° secolo, quando la patata divenne popolare in Europa, che l'avena lentamente divenne meno importante. Oggi l'agricoltura di avena svolge un ruolo secondario rispetto agli altri cereali.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento